Home » » Una ferrovia per connettersi al mercato

 

Una ferrovia per connettersi al mercato

Chiricozzi: “La riapertura della Civitavecchia - Orte diventa fondamentale anche per evitare lunghe file di autotreni sulle strade”. Il comitato per la riapertura della tratta interviene dopo le importanti iniziative messe in campo da Governo e Adsp, come la proposta del presidente di Majo di creare una macro area Zes (Zona economica speciale)

CIVITAVECCHIA - "La cura del ferro avviata dal Governo e la riforma delle Autorità portuali, sono le vere novità che hanno rivoluzionato la politica dei trasporti".

Parola di Raimondo Chiricozzi del Comitato per la riapertura della ferrovia Civitavecchia - Orte. "Con la legge di riforma delle Autorità di sistema portuali - spiega Chiricozzi - che attribuisce a queste nuovi poteri per lo sviluppo economico del territorio, il viterbese e tutto il Centro Italia potrebbero trarne vantaggi. Per questo motivo è lodevole l’iniziativa del presidente dell’autorità di sistema portuale di Civitavecchia Francesco Di Majo, al quale si stanno unendo i Comuni del territorio, di proporre la realizzazione di una vasta area o Zes (zona economica speciale) che abbracci il territorio viterbese, reatino, l’Umbria, le Marche, l’alta provincia di Roma, parte della regione Toscana e di chiedere la sistemazione degli importanti tasselli mancanti quali: il riconoscimento Core del porto di Civitavecchia e il finanziamento della ferrovia Civitavecchia Orte".

Una tratta in ferro che sarebbe in grado di congiungersi alla Orte - Falconara permettendo il collegamento con i grandi corridoi europei Ten t Palermo Berlino, Adriatica e i collegamenti Mare – Treno - Mare tra Spagna, Barcellona – Civitavecchia - Ancona, Croazia, i paesi dell’est  e  le nuove vie della seta. "Indispensabile diventa - conclude Chiricozzi - anche per evitare lunghe file di autotreni sulle strade, la riapertura della ferrovia Civitavecchia - Orte, prima al servizio turistico, grazie all’approvazione della legge 168 del 2017 sulle ferrovie turistiche e poi al servizio merci e viaggiatori".

(30 Dic 2017 - Ore 10:30)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

  • Luci e ombre della Multiservizi

    15 Dic 2018 - Al conseguimento di utili si contrappone il disagio delle maestranze delle farmacie comunali. Da tempo lamentano condizioni di lavoro gravato da turni impossibili a causa di personale licenziato o pensionato che non è stato mai reintegrato; tagli persino sui buoni pasto e mancato riconoscimento dei premi di produzione   

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy