Home » » Recuperato un altro relitto

 

Recuperato un altro relitto

Fiumicino. Ambiente. Affondati nel Tevere

È stata un’operazione complessa, messa in atto grazie alla determinazione della Capitaneria di Porto di Roma e alla disponibilità della Regione Lazio, che ha finanziato la bonifica con circa 25.000 euro. Parliamo del recupero dal letto del fiume Tevere – nei pressi di Ponte Principe Amedeo – di uno dei 22 relitti galleggianti censiti. Operazione complessa perché il relitto, nel momento in cui veniva sollevato, si rompeva. Alla fine si è scelto di rompere in più pezzi il relitto stesso e recuperarli separatamente. (agg. 09/10 ore 10.32) segue

LA RIMOZIONE DEL RELITTO. Alle 8 di mattina, sulla sponda del Lungotevere del Sangallo, tutto era pronto: la gru della ditta incaricata, gli uomini e le donne della Capitaneria di Porto, la polizia fluviale, la polizia municipale.
Tale iniziativa, nata in favore della collettività da una sinergia di intenti tra le Amministrazioni (Regione Lazio, Autorità di Bacino, Autorità di Sistema portuale e Comuni di Roma Capitale e Fiumicino), ha portato – come detto – al censimento di un totale di 22 scafi in evidente stato di fatiscenza e abbandono e all’attuazione delle necessarie azioni coordinate per risolvere tale annosa problematica.(Agg. 09/10 ore 11)

OBIETTIVO DELL'OPERAZIONE. L’operato della Guardia Costiera è volto al ripristino delle condizioni di sicurezza del corso fluviale e alla tutela dell’ambiente, in quanto gli scafi semiaffondati rappresentano un elemento di degrado delle aree, un ostacolo ad un corretto deflusso delle acque e al transito in sicurezza delle unità nautiche.
Va ricordato come il pericolo sia duplice. Da un lato quello ambientale, perché i relitti possono sbriciolarsi nel tempo e inquinare il fiume non solo con pezzi di imbarcazione ma anche con metalli pesanti o altro materiale inquinante contenute nelle stive. Dall’altro, il rischio che un relitto si stacchi dalla posizione d’incaglio per mettersi di traverso sotto un ponte durante una delle sempre più frequenti “bomba d’acqua”, provocando un’esondazione delle acque.
Rischi enormi per la collettività, soprattutto per le città che ospitano le foci dei fiumi (Ostia e Fiumicino, in questo caso); rischi sottovalutati per anni, sui quali ultimamente, grazie all’impegno del comandante Filippo Marini della Capitaneria di Porto di Roma e dell’assessore regionale Mauro Alessandri, si sta intervenendo.
Un programma di interventi che si sta concretizzando e che durerà nel tempo, come promesso – fino alla completa bonifica dell’alveo fluviale. (agg. 09/10 ore 11.30)

(09 Ott 2018 - Ore 10:32)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy